SECAB Società Cooperativa

Multimedia

torna all'elenco
News
13 Maggio 2015

Conservazione bollette, ricevute, quietanze ecc.

Bollette, fatture e documenti vari: per quanto tempo devono essere conservati?

La nostra vita è costellata di bollette, ricevute, quietanze di cui non possiamo liberarci. Almeno non immediatamente: c'è un tempo entro il quale l'autorità di riferimento (il fisco, la banca, l'amministrazione comunale) può richiederle come "giustificativo" o l'utente può utilizzarle per contestare eventuali errori.

Nel dettaglio:

Tipi di documento

Tempi di conservazione

 

CASA

 

 • Bollette domestiche (acqua, gas, luce, telefono)

5 anni (consigliabile 10 anni)

 • Canone TV (ricevute di pagamento)

10 anni

 • Affitti (ricevute)

5 anni

 • Spese condominiali (ricevute)

5 anni

 TRIBUTI

 

 • Giustificativi delle spese da detrarre
 (parcelle mediche, ristrutturazioni della casa ecc.)

5 anni a partire dall'anno successivo
alla dichiarazione di riferimento

 • Quietanze dei pagamenti dei tributi
 (mod. F24, bollettini Ici/Imu, ricevute Tarsu/Tares ecc.)

5 anni a partire dall'anno successivo
alla dichiarazione di riferimento

 • Tassa di circolazione (bollo auto)

3 anni (consigliabile 5 anni)

 

BANCA

 

 • Estratti conto

10 anni

 • Mutui (quietanze delle rate)

10 anni

 • Cambiali

3 anni dalla data di scadenza

 • Titoli di Stato

5 anni dalla scadenza
per richiedere capitale e interessi

 

ALTRE SPESE

 

 • Multe (ricevuta di pagamento)

5 anni

 • Bollette del cellulare

10 anni

 • Assicurazioni (quietanze polizze)

 

1 anno dalla scadenza (salvo diversi tempi previsti dal contratto) /
5 anni se usate a fini fiscali (detraibili)

 • Scontrini d'acquisto
 

2 anni (durata ufficiale della garanzia)
salvo prolungamento specifico

 • Ricevute alberghi e pensioni

6 mesi

 • Rette scolastiche e iscrizioni a corsi sportivi
 

1 anno /
5 anni se usate a fini fiscali (detraibili)

 • Parcelle di professionisti (avvocati, commercialisti ecc.) e artigiani (idraulici, elettricisti, ecc.)

3 anni

 • Ricevute di spedizionieri o trasportatori
 

1 anno /
18 mesi per trasporti fuori Europa

 • Atti notarili (rogiti, atti di separazione ecc.)

Per sempre