Segnalazione guasti +39 338 6826290 / +39 338 6826291

7 Dicembre 2022

Informazioni ai soci

PESSE - Piano per la Sicurezza del Sistema Elettrico



SECAB Società Cooperativa è concessionaria del Servizio di Distribuzione nei Comuni di Cercivento, Paluzza, Ravascletto, Sutrio e Treppo Ligosullo e perciò soggetta alle regole impartite dall’ARERA (Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente) e da TERNA S.p.A. (Gestore della Rete Nazionale di Trasmissione).
Una di queste regole è il PESSE (Piano di Emergenza per la Sicurezza del Sistema Elettrico) ovvero il piano di emergenza predisposto da TERNA S.p.A. quale gestore della rete di trasmissione nazionale dell’energia elettrica in accordo con le Aziende di Distribuzione operanti sul territorio Nazionale in base alle Direttive emanate dal Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) e dell’Autorità di Regolazione (ARERA).

Scopo del piano è quello di ridurre in caso di necessità (ad esempio guasti rilevanti o deficit di produzione) i carichi elettrici in modo selettivo al fine di evitare interruzioni incontrollate che potrebbero interessare porzioni anche estese della rete. Pertanto, qualora vi sia da parte dei Clienti una richiesta di energia superiore alla quota disponibile, TERNA S.p.A. ordinerà alle Aziende Distributrici di energia elettrica l’applicazione del piano. Il piano coinvolge l’intera utenza diffusa disalimentabile costituita sia dall’utenza domestica che dalle utenze con usi diversi, mentre la grande utenza industriale è asservita ad altro piano di difesa direttamente gestito da TERNA S.p.A.

Al fine di assicurare, per quanto possibile, il mantenimento dei servizi pubblici essenziali, alcune utenze sono escluse dal piano in quanto considerate “non disalimentabili” (ospedali, ferrovie, aeroporti, Protezione Civile, ecc.), al pari delle utenze domestiche a servizio di Clienti in gravi condizioni di salute preventivamente segnalate e certificate dall’Azienda Sanitaria.
Il Piano di difesa (PESSE) prevede cinque livelli differenti di severità, classificati in ordine crescente da I a V, corrispondenti alla criticità riscontrata sulla rete elettrica; in caso di attivazione del Piano, i Clienti interessati potranno essere disalimentati per un numero massimo di tre turni giornalieri non consecutivi, ciascuno della durata massima di 90 (novanta) minuti.
Il numero delle fasce orarie di distacco è pari a 9 (nove) con distinzione tra periodo invernale e periodo estivo, come di seguito riportato:

  • PERIODO INVERNALE (da novembre a marzo) suddiviso in 9 FASCE di 90 minuti ciascuna, dalle ore 07:30 alle ore 21:00 

  • PERIODO ESTIVO (da aprile ad ottobre) suddiviso in 9 FASCE di 90 minuti ciascuna, dalle ore 09:00 alle ore 22:30 La distinzione tra periodo estivo e periodo invernale è rappresentata dall’attivazione dell’ora legale. L’utenza interessata dal PESSE sarà informata circa la probabilità di distacco, oltre che dalla pubblicazione dell’aggiornamento sulla home page del sito internet della Cooperativa, anche attraverso la divulgazione dell’informazione mediante i media locali, di norma il giorno precedente il probabile evento; le utenze potranno essere disalimentate per 90 minuti senza ulteriori preavvisi. Relativamente ai carichi considerati “non disalimentabili”, qualora presenti, la comunicazione del probabile distacco sarà effettuata puntualmente attraverso l’invio di fax, messaggi di posta elettronica, PEC o altri canali equivalenti. Si riportano di seguito le tabelle contenenti i piani di rotazione estivo ed invernale, oltre la classificazione dei gruppi di distacco suddivisi per comune di appartenenza e via. Come si evince dalle stesse, le utenze appartenenti ai gruppi 4, 8, risultano essere escluse dai piani di rotazione e conseguentemente non interessate da interruzioni.
Condividi su: