SECAB Società Cooperativa

Multimedia

torna all'elenco
News
19 Giugno 2011

Convegno "Energia e sostenibilità"

Sabato 17 giugno 2011 presso il Palazzo della Provincia di Udine si è tenuto il convegno “Energia e sostenibilità - Gli impegni del Friuli Venezia Giulia per il 2020”.
Ha aperto i lavori Costantino Giacomolli, Coordinatore delle Cooperative elettriche italiane, presentando il ruolo delle Cooperative elettriche in ambito europeo ed extra, nazionale e locale.
Dopo l'introduzione di Alessandro Ortis, già Presidente dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas, sono intervenuti gli ingegneri Tullio Fanelli, Dirigente ENEA, con una relazione su Efficienza energetica e uso razionale dell’energia, e Luca Lo Schiavo, Staff Direzione Generale AEEG, che ha illustrato le iniziative dell’Autorità per l’energia in relazione all'evoluzione delle reti di distribuzione.
Gianni Comini, Direttore del Dipartimento Energia e Ambiente del CISM, ha infine tracciato un quadro complessivo della sostenibilità energetica in Friuli Venezia Giulia.
 

È seguita una tavola rotonda con la partecipazione di Alessandro Colautti, Consigliere Regionale Friuli Venezia Giulia; Stefano Teghil, Assessore all’Energia Provincia di Udine; Lorenzo Croattini, Assessore alla qualità del Comune di Udine; Alessandro Calligaris, Presidente Confindustria FVG; Massimo Tiberga, Direttore Impianti Termoelettrici A2A; Massimo Fuccaro, Presidente NET Udine, e Antonio Nonino, Presidente AMGA Udine, i quali hanno presentato gli orientamenti di politica energetica, l'attuale situazione e le prospettive di sviluppo immediate e a medio termine.
Dopo un intervento dell'ingegner Cavallo di Legambiente, che ha sottolineato l'importanza della sostenibilità ambientale per ogni decisione in tema di energia, ha preso la parola Luigi Cortolezzis per ricordare il ruolo della Società cooperativa nella vita economica e sociale non solo dell'Alto Bût ma della regione, e per chiedere che ai piani industriali della SECAB, da lui presieduta, sia riservata dalla politica e dalla burocrazia la stessa attenzione e sollecitudine dimostrata per le iniziative di altre realtà produttive con particolare riferimento a quelle che operano in ambito eneregetico.