SECAB Società Cooperativa
Utenze

Tariffe

A partire dal 1° luglio 2007 tutti i clienti finali hanno la facoltà di scegliere un fornitore sul libero mercato.

 

I servizi di tutela (mercato tutelato) sono i servizi di fornitura di energia elettrica e gas naturale con condizioni contrattuali ed economiche definite dall'Autorità - ARERA, per i clienti finali di piccole dimensioni (quali famiglie e piccole imprese) che non hanno ancora scelto un venditore nel mercato libero.

La normativa ha previsto il progressivo passaggio dal mercato tutelato a quello libero, prevedendo le date dalle quali i servizi di tutela di prezzo non saranno più disponibili:
Per alcune piccole imprese e microimprese, per il servizio di fornitura di energia elettrica, la data è fissata al 1° gennaio 2023.

Sia le famiglie che le piccole imprese hanno già ora la facoltà di passare dal mercato tutelato al mercato libero, dove è il cliente a decidere quale venditore e quale tipo di contratto scegliere, selezionando l'offerta ritenuta più adatta alle proprie esigenze.

 

Dal 1° gennaio 2021 per tutte le piccole imprese e alcune microimprese termina la tutela di prezzo nel mercato dell'energia elettrica chi riguarda

  • Tutte le piccole imprese (numero di dipendenti tra 10 e 50 e/o fatturato annuo tra 2 e 10 milioni di euro) titolari di punti di prelievo in "bassa tensione"
  • Una parte delle microimprese (meno di 10 dipendenti e fatturato annuo non superiore a 2 milionidi euro), quelle titolari di almeno un punto di prelievo con potenza contrattualmente impegnata pari o superiore a 15 kW.

Per tutte le altre microimprese e per i clienti domestici la scadenza sarà l'anno successivo, il 1° gennaio 2023.

 

Cosa succede dal 1° gennaio 2021

Dal 1° gennaio 2021 ha inizio il progressivo passaggio dal mercato tutelato al mercato libero, attraverso la graduale rimozione della tutela di prezzo (è possibile verificare in quale mercato è la propria fornitura di energia elettrica consultando la bolletta).
A partire da questa data le piccole imprese e le microimprese obbligate (quelle con potenza impegnata pari o superiore a 15 kW), che non abbiano già scelto una fornitura da mercato libero, verranno servite nel SERVIZIO A TUTELE GRADUALI da un fornitore identificato dall'Autorità e alle condizioni previste dall'Autorità.

  • Nella PRIMA FASE dal 1° gennaio 2021 al 30 giugno 2021 il cliente resterà assegnato al medesimo fornitore del servizio di maggior tutela con il quale ha l'utenza attiva, ma a condizioni contrattuali diverse (le stesse della cosiddetta offerta PLACET) e un prezzo sostanzialmente invariato se non per la parte di "spesa energia".
  • Nella SECONDA FASE dal 1° luglio 2021 in poi, il cliente che non avrà ancora scelto il proprio fornitore sul libero mercato verrà assegnato ad un esercente selezionato attraverso aste territoriali. Le condizioni contrattuali saranno sempre quelle della cosiddetta offerta PLACET, ma con costi diversi di commercializzazione e sbilanciamento (definiti dall'Autorità prima delle aste) e un prezzo unico nazionale determinato sulla base dei prezzi di aggiudicazione delle aste.

I corrispettivi che concorrono alla formazione del prezzo saranno sempre distintio tra spesa della materia energia (che include i costi di commercializzazione), spesa trasporto e contatore spesa oneri di sistema.

(fonte ARERA)

 

Dal 1 maggio 2008 il servizio di vendita di salvaguardia viene fornito da un soggetto identificato, tramite procedure concorsuali, da Acquirente Unico S.p.A.