SECAB Società Cooperativa
Utenze

Tariffe

A partire dal 1° luglio 2007 tutti i clienti finali hanno la facoltà di scegliere un fornitore sul libero mercato.

 

I servizi di tutela (mercato tutelato) sono i servizi di fornitura di energia elettrica e gas naturale con condizioni contrattuali ed economiche definite dall'Autorità - ARERA, per i clienti finali di piccole dimensioni (quali famiglie e piccole imprese) che non hanno ancora scelto un venditore nel mercato libero.

La normativa ha previsto il progressivo passaggio dal mercato tutelato a quello libero, prevedendo le date dalle quali i servizi di tutela di prezzo non saranno più disponibili:
Per alcune piccole imprese e microimprese, per il servizio di fornitura di energia elettrica, la data è fissata al 1° gennaio 2023.

Sia le famiglie che le piccole imprese hanno già ora la facoltà di passare dal mercato tutelato al mercato libero, dove è il cliente a decidere quale venditore e quale tipo di contratto scegliere, selezionando l'offerta ritenuta più adatta alle proprie esigenze.

 

Dal 1° gennaio 2021 per tutte le piccole imprese e alcune microimprese termina la tutela di prezzo nel mercato dell'energia elettrica chi riguarda

  • Tutte le piccole imprese (numero di dipendenti tra 10 e 50 e/o fatturato annuo tra 2 e 10 milioni di euro) titolari di punti di prelievo in "bassa tensione"
  • Una parte delle microimprese (meno di 10 dipendenti e fatturato annuo non superiore a 2 milionidi euro), quelle titolari di almeno un punto di prelievo con potenza contrattualmente impegnata pari o superiore a 15 kW.

Per tutte le altre microimprese e per i clienti domestici la scadenza sarà l'anno successivo, il 1° gennaio 2023.

 

Cosa è successo dal 1° gennaio 2021

Dal 1° gennaio 2021 ha avuto inizio il progressivo passaggio dal mercato tutelato al mercato libero, attraverso la graduale rimozione della tutela di prezzo (è possibile verificare in quale mercato è la propria fornitura di energia elettrica consultando la bolletta).
A partire da questa data le piccole imprese e le microimprese obbligate (quelle con potenza impegnata pari o superiore a 15 kW), che non avevano già scelto un venditore, sono state servite nel SERVIZIO A TUTELE GRADUALI da un fornitore identificato dall'Autorità e alle condizioni previste dall'Autorità.

  • Nella PRIMA FASE dal 1° gennaio 2021 al 30 giugno 2021 il cliente è stato assegnato al medesimo fornitore del servizio di maggior tutela con il quale ha l'utenza attiva, ma a condizioni contrattuali diverse (le stesse della cosiddetta offerta PLACET) e un prezzo sostanzialmente invariato se non per la parte di "spesa energia".
  • Nella SECONDA FASE dal 1° luglio 2021 in poi, il cliente che non aveva ancora scelto il proprio fornitore sul libero mercato è stato assegnato ad un esercente selezionato attraverso aste territoriali. Le condizioni contrattuali  sono state sempre quelle della cosiddetta offerta PLACET, ma con costi diversi di commercializzazione e sbilanciamento (definiti dall'Autorità prima delle aste) e un prezzo unico nazionale determinato sulla base dei prezzi di aggiudicazione delle aste.

I corrispettivi che concorrono alla formazione del prezzo saranno sempre distinti tra spesa della materia energia (che include i costi di commercializzazione), spesa trasporto e contatore spesa oneri di sistema.

(fonte ARERA)

 

Dal 1 maggio 2008 il servizio di vendita di salvaguardia viene fornito da un soggetto identificato, tramite procedure concorsuali, da Acquirente Unico S.p.A.